AUMENTO DEL SENO

È importante che il seno sia proporzionale alla larghezza delle spalle, alla circonferenza del torace, alla circonferenza della vita e dei fianchi. Chirurgico
intervento per aumentare il volume del seno si chiama mastoplastica additiva (mastoplastica additiva).

AUMENTO DEL SENO

L’intervento di mastoplastica additiva può essere eseguito su pazienti che hanno una differenza di volume tra i due seni o che hanno avuto tessuto mammario dopo mastectomia e che necessitano di ricostruzione del seno.

Esistono diversi trattamenti per aumentare il respiro, ma la maggior parte sono inefficaci o non sicuri. Le creme e le iniezioni contenenti ormoni utilizzate per l’aumento del seno hanno dimostrato di essere pericolose in quanto possono portare allo sviluppo del cancro, in particolare del cancro al seno e all’utero, a causa dell’aumento irregolare della divisione cellulare. Oggi, l’unico metodo sicuro per l’aumento del seno è l’uso di una protesi mammaria in silicone

Le protesi mammarie in silicone sono prodotte in molti volumi e forme diverse. Le caratteristiche strutturali delle protesi in silicone sono simili. Il gel di silicone, che conferisce la consistenza del tessuto mammario, è avvolto in una busta contenente silicone. Esistono anche protesi che possono essere gonfiate con un siero avvolto o una miscela di siero e gel. La protesi da utilizzare viene scelta tenendo conto della richiesta del paziente dopo l’esame del paziente. Le protesi sono prodotte in forma rotonda o anatomica (a goccia).

Le protesi mammarie vengono posizionate sotto i muscoli sotto il seno (muscolo pettorale), sotto il tessuto mammario e sotto la membrana che copre il muscolo pettorale o la parte parziale sotto il muscolo, e la sezione parziale viene posizionata sotto il tessuto mammario. Il fattore più importante è la quantità di tessuto mammario che coprirà la protesi del paziente. Sebbene il nome della chirurgia del seno sotto il nome dell’operazione sia sotto il tessuto mammario nell’area dell’operazione. Per questo motivo le ghiandole e i dotti lattiferi non sono interessati e l’allattamento al seno è consentito durante il periodo postoperatorio.

L’anestesia generale viene applicata nell’intervento di mastoplastica additiva e l’operazione dura circa 1-1,5 ore. Sotto il seno, viene praticata un’incisione di circa 3,5-4 cm sulla linea sottoseno e vengono posizionate le protesi che lasciano una cicatrice minima. Altri siti di incisione appropriati sono il capezzolo (areola) e l’ascella (ascella). 6-8 ore dopo l’operazione, il paziente può alzarsi in piedi con l’effetto dei farmaci anestetici. Si consiglia 1 giorno di ricovero. Per 2 mesi dopo l’operazione, si dovrebbe evitare un movimento eccessivo dei muscoli del torace. L’attività abituale potrebbe essere presunta entro 3-5 giorni. Si consiglia un reggiseno speciale per il supporto nei primi 2 mesi.

Il volume del seno deve essere proporzionale alla larghezza delle spalle, circonferenza toracica, circonferenza vita e fianchi. L’intervento chirurgico per aumentare il volume del seno è chiamato mastoplastica additiva. La piccola dimensione del volume del seno può verificarsi durante lo sviluppo o dopo la gravidanza e l’aumento di peso. Gli interventi di mastoplastica additiva possono essere applicati anche a pazienti che hanno una differenza di volume tra due seni o che hanno prelevato tessuto mammario dopo mastectomia e che desiderano la ricostruzione del seno.

METODO POSSIAMO ESEGUIRE IN SICUREZZA L’AUMENTO DEL SENO

Al giorno d’oggi, l’unico metodo con cui possiamo eseguire in sicurezza gli interventi di mastoplastica additiva è l’utilizzo di protesi mammarie in silicone. Non si può dire che le creme contenenti ormoni per l’aumento del seno e le iniezioni di filler per aumentare il volume del seno siano sicure per la salute. Le terapie ormonali prodotte in base al principio che il tessuto mammario è sensibile agli estrogeni possono produrre un effetto di crescita nel seno. Tuttavia, questi ormoni causano un aumento irregolare delle cellule e svolgono un ruolo di primo piano nella formazione di molti tumori, in particolare il cancro al seno e all’utero.

Le protesi mammarie in silicone sono prodotte in molti volumi e forme diverse. Le proprietà strutturali delle protesi in silicone sono simili. Viene prodotto avvolgendo il gel di silicone in una busta di silicone che conferisce la consistenza del tessuto mammario. Esistono anche protesi avvolte in buste che possono essere gonfiate con siero o una miscela di siero e gel. La protesi da utilizzare viene scelta secondo i desideri del paziente dopo l’esame del paziente. Le protesi sono prodotte in forma rotonda o anatomica (a goccia). Entrambi hanno vantaggi e svantaggi l’uno sull’altro. Ad esempio, una protesi rotonda è adatta per il paziente che desidera un seno ambizioso, mentre la protesi anatomica è più adatta per il paziente che ha tessuto mammario ma desidera aumentare in una certa misura il volume del seno.

Le protesi mammarie vengono posizionate sotto il muscolo sotto il seno (muscolo pettorale), sotto il tessuto mammario e la membrana che circonda il muscolo pettorale, o parzialmente sotto il muscolo e nella cavità formata sotto il tessuto mammario. Il fattore più importante che determina questo piano è la quantità di tessuto mammario che coprirà la protesi del paziente. Sebbene il nome dell’intervento sia menzionato come aumento del seno, l’area dell’operazione è sotto il tessuto mammario. Per questo motivo le ghiandole e i canali del latte non sono interessati e non ci sono problemi nell’allattamento al seno nel periodo postoperatorio.

L’anestesia generale viene applicata negli interventi di mastoplastica additiva e la durata dell’operazione è di circa 1-1,5 ore. Sotto l’approccio mammario, le protesi vengono posizionate praticando un’incisione di circa 3,5-4 cm nella parte inferiore del seno. La traccia dell’incisione non è molto chiara perché l’area dell’incisione è sotto il reggiseno / bikini e il tessuto mammario si piega su questa regione nel tempo. Altri siti di incisione che possono essere preferiti in pazienti idonei sono intorno al capezzolo (areola) e ascellare (ascella). 6-8 ore dopo l’intervento, il paziente può alzarsi in piedi con l’effetto dei farmaci anestetici. Si consiglia una degenza ospedaliera di 1 giorno.

Evitare movimenti eccessivi del muscolo toracico per 2 mesi dopo l’intervento. Il paziente può tornare al suo lavoro quotidiano entro 3-5 giorni. L’uso di un reggiseno speciale che copre il seno per i primi 2 mesi.

Ingrandimento del seno: è importante che il seno sia proporzionale alla larghezza delle spalle, alla circonferenza del torace, alla circonferenza della vita e dei fianchi. la mastoplastica additiva è un intervento chirurgico per aumentare il volume del seno.

Inoltre, i pazienti che hanno una differenza di volume tra possono anche fare l’intervento di mastoplastica additiva. Le due mammelle o che hanno avuto tessuto mammario dopo mastectomia e che necessitano di ricostruzione mammaria. Esistono diversi trattamenti per aumentare il seno, ma la maggior parte sono inefficaci o non sicuri.

CREME E INIEZIONI CONTENENTI ORMONI UTILIZZATE PER L’INGRANDIMENTO DEL SENO:

È stato dimostrato che non sono sicuri in quanto possono portare allo sviluppo del cancro.
In particolare il cancro al seno e all’utero, a causa dell’aumento irregolare della divisione cellulare.
Oggi, l’unico metodo sicuro per l’aumento del seno è l’uso di una protesi mammaria in silicone
Sono disponibili molti volumi e forme diverse. Sono disponibili protesi mammarie in silicone.
Le caratteristiche strutturali delle protesi in silicone sono simili. Il gel di silicone, che dona la consistenza del tessuto mammario, è avvolto in una busta contenente silicone. Inoltre, ci sono protesi che possono essere

Gonfiato con un siero avvolto o una miscela di siero e gel. Il medico seleziona la protesi da utilizzare prendendo in considerazione la richiesta del paziente dopo l’esame del paziente. Producono le protesi in forma rotonda o anatomica (a goccia). Il medico posiziona le protesi mammarie sotto i muscoli sotto il seno (muscolo pettorale),

Inoltre, sotto il tessuto mammario e sotto la membrana che copre il muscolo pettorale o la parte parziale sotto il muscolo, e posiziona la sezione parziale sotto il tessuto mammario. Il fattore più importante è la quantità di tessuto mammario che coprirà la protesi del paziente. Sebbene il nome della chirurgia del seno sotto il nome dell’operazione sia sotto il tessuto mammario nell’area dell’operazione. Per questo motivo, la procedura non influirà sulle ghiandole del latte e sui dotti lattiferi e l’allattamento al seno è consentito durante il periodo postoperatorio.

ANESTESIA GENERALE NELL’INGRANDIMENTO DEL SENO

L’intervento di mastoplastica additiva richiede l’anestesia generale e l’operazione dura circa 1-1,5 ore. Sotto il seno, circa Il medico pratica un’incisione di 5 – 4 cm sulla linea sottoseno e posiziona le protesi lasciando una cicatrice minima. Altri siti di incisione appropriati sono il capezzolo (areola) e l’ascella (ascella). 6-8 ore dopo l’operazione, il paziente può alzarsi in piedi con l’effetto dei farmaci anestetici,

Di conseguenza, si consiglia un giorno di ricovero. Per due mesi dopo l’operazione, il paziente deve evitare movimenti eccessivi dei muscoli del torace. Il paziente può procedere con l’attività abituale entro 3-5 giorni. di conseguenza, raccomandiamo un reggiseno speciale per il supporto nei primi due mesi