RINOPLASTICA

“Rinoplastica”: è uno dei più frequenti interventi di chirurgia estetica nasale, in quanto il naso è la prima caratteristica evidente posta proprio al centro del viso.

La proporzione del naso rispetto ad altre caratteristiche (fronte, sopracciglio, labbro superiore, ecc.) conferisce a ciascuno di noi un profilo unico. Inoltre, la cartilagine nasale e le strutture ossee tra i livelli millimetrici si basano sulle proporzioni dei reperti di bellezza.
Lo sviluppo delle ossa facciali è completo all’età di 18 anni, quindi viene eseguito per quei 18 anni o più. Al fine di ottenere un buon risultato estetico dopo la rinoplastica, vengono catturate delle riprese digitali per dare un’idea della forma del naso da ottenere. L’assenza di problemi respiratori deve essere assicurata durante l’esame.

La rinoplastica viene eseguita in anestesia generale e dura circa 1,5-2 ore. A seconda delle condizioni del paziente, può essere eseguita la rinoplastica aperta (incisione sulla punta del naso) o la rinoplastica chiusa (attraverso le narici). Dopo la rinoplastica chiusa, il gonfiore e i lividi sono minori, il tempo di recupero è più rapido e si può ottenere una forma nasale più naturale. Tuttavia, la rinoplastica ravvicinata offre risultati migliori per la curvatura nasale estrema.

Sebbene la rinoplastica possa essere eseguita per scopi estetici, problemi come le curve del setto e le escrescenze dei turbinati che causano problemi respiratori potrebbero anche essere corretti durante l’intervento.

DOPO LA CHIRURGIA

Tamponi in silicone sono posizionati nel naso per sostenere il setto e sostenere internamente le strutture ossee-cartilaginee nasali. I cuscinetti nasali in silicone consentono di respirare attraverso i passaggi nasali del paziente attraverso i fori nel mezzo. 6-8 ore dopo la rinoplastica, il paziente potrebbe consumare liquidi e cibi morbidi. L’impacco freddo dovrebbe essere applicato consente la riduzione del gonfiore e dei lividi intorno all’occhio.

Nei primi 1-2 mesi, il gonfiore (edema) sul naso regredisce gradualmente. Alla fine del mese inizia a manifestarsi la nuova forma nasale. Tuttavia, lo stato finale del naso viene raggiunto circa 5-6 mesi dopo l’operazione.

La rinoplastica è uno degli interventi di chirurgia estetica nasale più comunemente applicati. La prima struttura sorprendente del viso è il naso perché si trova al centro del viso. Il rapporto tra il naso e le strutture circostanti (fronte, sopracciglio, labbro superiore, ecc.) conferisce un aspetto estetico.

Inoltre, il naso trova la sua bellezza grazie alle proporzioni basate sui livelli millimetrici tra la cartilagine e le strutture ossee al suo interno.

RINOPLASTICA DOPO I 18

Il completamento dello sviluppo delle ossa facciali raggiunge l’età di 18 anni, quindi la chirurgia estetica nasale può essere eseguita dopo i 18 anni. Per ottenere un buon risultato estetico dopo la rinoplastica, le richieste del medico sono molto importanti. Il gioco digitale sulle foto scattate può dare un’idea della forma del naso che si vuole ottenere. Queste fluttuazioni guidano principalmente in termini di transizioni naso-labbra e naso-fronte.

Tuttavia, non vi è alcuna garanzia che la formazione della stessa forma dopo l’intervento chirurgico sia del 100%. I problemi respiratori dovrebbero essere esaminati nell’esame e negli esami preoperatori. Durante la rinoplastica si possono risolvere problemi respiratori al naso dovuti a motivi meccanici.

DURATA DELL’OPERAZIONE

La rinoplastica viene eseguita in anestesia generale e l’operazione dura circa 1,5-2 ore. La rinoplastica aperta (incisione sulla punta del naso) o la rinoplastica chiusa (incisione attraverso le narici) possono essere eseguite a seconda delle condizioni e dei desideri del paziente. Dopo la rinoplastica chiusa, gonfiore e lividi sono minori, il tempo di recupero è più veloce e si può dare una forma del naso più naturale.

VANTAGGI DELLA TECNICA CHIUSA

Tuttavia, in nasi estremamente curvi o curvature della regione del setto, la tecnica chiusa presenta vantaggi. In accordo con la pianificazione preoperatoria, il naso può essere ridotto, allargato, arcuato, gli angoli naso-labbra e naso-fronte possono essere regolati, possono essere applicati problemi di curvatura e respirazione, la punta del naso può essere modellata in base alle caratteristiche facciali del paziente. Nella chirurgia estetica del naso, ha lo scopo di eliminare la curvatura del naso, per fornire il rapporto tra i tessuti ossei e cartilaginei del naso e i rapporti tra il naso e i tessuti circostanti. La curvatura del setto e la crescita della conca che causano problemi respiratori vengono corrette durante l’intervento chirurgico. Dopo che il naso è stato modellato, vengono inseriti cuscinetti in silicone nel naso per sostenere il setto e supportare internamente le strutture ossee-cartilaginee del naso. I fori al centro dei naselli in silicone consentono al paziente di respirare attraverso il naso dopo l’intervento. Dall’esterno, il naso è sostenuto da una stecca posta sui cerotti.

6-8 ORE DOPO L’OPERAZIONE

Il paziente inizia a nutrirsi con cibi liquidi e morbidi con l’effetto di farmaci anestetici. A causa dell’effetto della diminuzione del sanguinamento mediante il restringimento dei vasi sanguigni freddi, l’applicazione intermittente del freddo è importante per le prime 24 ore. L’applicazione a freddo intorno all’occhio può verificarsi gonfiore e lividi da ridurre. I tamponi e le stecche vengono rimossi 7 giorni dopo l’intervento. La rimozione di tampone e stecca è una procedura indolore. Per ridurre l’edema esercitando una pressione sul naso, il cerotto viene applicato e rinnovato a controlli di 3-4 giorni. Circa 10-15 giorni dopo l’intervento, il naso diventa incontaminato.

NEI PRIMI 1-2 MESI

Il gonfiore al naso (edema) regredisce rapidamente e 1. Alla fine del mese inizia a manifestarsi la forma del nuovo naso.

Tuttavia, in termini di posizionamento della punta nasale e caratteristiche della pelle, l’edema scompare completamente e il naso ritorna al suo periodo postoperatorio finale per circa 5-6 mesi. Durante questo periodo, l’impatto sulla zona del naso dovrebbe essere evitato. Si sconsiglia l’uso degli occhiali per i primi 2 mesi.